Facebook Slider
background
logotype
image1 image2 image3

Come creare relazioni straordinarie di R.Ciruolo

Come promesso iniziamo a proporre contenuti inerenti alla "Crescita personale" utilissimi in un momento difficile come quello attuale, per comunicare bene con se stessi e con gli altri...



Il mondo digitale è una bella cosa. Le applicazioni aumentano la nostra produttività ed elevano le nostre vite. Gli e-book rendono la lettura più accessibile ed elegante. I social network, come Facebook, LinkedIn e Twitter, ci connettono con moltissime persone e permettono la condivisione delle informazioni in modi radicalmente nuovi. Purtroppo c'è il rovescio della medaglia: non interagiamo più di persona, come facevamo una volta. Le conversazioni sono diventate più brevi, le telefonate di auguri vengono spesso sostituite dai messaggi in Facebook e gli incontri dal vivo tendono a diradarsi.

Oggi la tecnologia domina le nostre vite e questo comporta grandi vantaggi per noi, ma mi sembra che si stia anche perdendo qualcosa di essenziale: stiamo perdendo il modo in cui eravamo soliti relazionarci con gli altri.

Quindi ho pensato di offrirti 6 delle migliori strategie di comunicazione che ti aiuteranno a migliorare le relazioni personali e professionali. Ti invito a METTERLE IN PRATICA ogni giorno, in ogni occasione: a casa, in ufficio e anche per strada, con gli sconosciuti.

 

1) SII TE STESSO

Sii spontaneo e genuino: una persona che si trova veramente a suo agio nella propria pelle ha una marcia in più nelle relazioni. L'immagine che proponi spesso determinerà la tua capacità di stabilire una relazione vera. Quindi proponi un'immagine di te stesso che ispiri fiducia agli altri.

Esprimi la tua personalità UNICA e vivi in funzione dei tuoi veri VALORI.

 

2) SORRIDI!

Mi rendo conto che questo sembra ovvio. Ma ciò che fa la differenza nella vita è il saper applicare tutti i giorni le idee più semplici. Un sorriso rapido e spontaneo rivolto a un estraneo favorisce sempre la creazione di un "rapport". Unisce gli individui e solleva subito il tono dell'umore.

 

3) Utilizza  I NOMI delle persone

Dale CARNEGIE, autore dello straordinario classico "Come trattare gli altri e farseli amici", osservò che "il nome di una persona è il suono più dolce per le orecchie". I grandi comunicatori (e i grandi venditori) sanno bene che chiamare le persone per nome avvicina subito agli altri perchè li fa sentire importanti.

 

4) Guarda le persone NEGLI OCCHI

Jeffrey GITOMER, nel suo bestseller "Il libretto delle relazioni", scrive: "La tua capacità di guardare qualcuno negli occhi mentre parli è un segno rivelatore della tua autostima." Certo, tutti noi abbiamo i nostri telefonini, smartphone, e PC. Ma questo nuovo modo di comunicare in cui guardiamo gli schermi trasmette il messaggio che il nostro interlocutore non è tanto importante per noi.
Invece il miglior regalo che puoi fare al tuo prossimo è il dono della tua PRESENZA. Quindi guarda negli occhi gli altri e dimostra un sincero interesse per quello che stanno dicendo. Falli sentire speciali. Anzi, meglio ancora, dai loro l'impressione che per te sono le persone più importanti del mondo.

 

5) SII ONESTO

Lascia che la tua ETICA guidi il tuo comportamento. Chiunque può essere onesto nei periodi di "vacche grasse". Ma la vera misura della tua leadership è data da quanto sei onesto anche nei periodi di "crisi". L'etica è anche una delle "5 forze vettoriali del successo" descritte nel libro "Il Successo ti sta Cercando... Non ti Nascondere" di Michele Tribuzio:

"Il "conquistare etico" è cercare di ottenere dagli altri ciò che si desidera usando l'onesta intelligenza. La buona intelligenza, la nobile intelligenza, ossia l'astuzia. Nel "conquistare etico" l'astuzia usa bravura, preparazione tecnica, accorgimenti psicologici, idee, creatività, ecc.".

 

6) Scegli le PAROLE GIUSTE

Una volta, in un albergo, mi sono alzato tardi e ho chiesto a un cameriere: "E' ancora possibile fare colazione?". La sua risposta immediata: "Assolutamente no." Poi ho capito che egli non voleva essere scortese, ma ha scelto le parole sbagliate. Un comunicatore più efficace avrebbe potuto dire:
"Vorrei poterla acontentare, ma purtroppo è passato l'orario ed è già quasi ora di pranzo. Sono certo che lo gradirà. Si accomodi." Le parole hanno sempre un impatto, che può essere positivo o negativo: tienilo sempre presente e agisci di conseguenza.


Un caro saluto.
Raffaele Ciruolo
http://langolodelpersonalcoaching.blogspot.it/

 

Trovando interessanti i nostri post Vi suggeriamo di mettere mi piace alla nostra pagina di Fb, dove potrete lasciare anche commenti e suggerimenti.

2018  Trasferirsi a Tenerife   globbersthemes joomla templates