Facebook Slider
background
logotype
image1 image2 image3

Il decreto sulla Vivienda Vacacional presto modificato?

 

In questi ultimi due anni mi sono occupato, grazie al supporto della Junta Directiva ASCAV di monitorare l'evoluzione della normativa della VV in Canarias

 

Cookies: questo sito usa cookies, leggere di piu'

Sembra che il controverso decreto n.115 del 22 maggio 2015 che ha regolamentato l'affitto turistico, la famosa Vivienda vacacional, che proibi' l'affitto turistico NELLE ZONE TURISTICHE, stia arrivando ad una modificazione dopo le tre sentenze demolitrici del Tribunal Supremo.

Questa settimana mi sono riunito con la Junta Directiva Ascav per informarmi sugli ultimi aggiornamenti. Rammento che gli italiani sono stati negli ultimi tre anni il primo mercato acquirente di immobili nelle Canarie!

 I punti salienti usciti dalla riunione con Doris Barrego e Javier Martin sono stati:

1) Il decreto 22 maggio 2015 ancora rimane in vigore, essendo stato presentato appello alle tre sentenze del Tribunale supremo canario.

2) da luglio 2018 ci sara' tramite il MODELO 179 un inasprimento fiscale sulle proprieta' pubblicizzate in internet, Hacienda in questi due anni ha raccolto una base di dati molto accurata e si prepara ad agire.

3) Probabilmnte il decreto verra' sostituito da una legge Canaria, di difficile modifica tramite ricorsi al Tribunale supremo canario.

4) "Dovrebbe" essere permesso l'affitto di CAMERE  (non solo l'intera Vivienda) se il proprietario vive nella vivienda (nel decreto 22 maggio 2015) era proibito.

5) Probabilmente gli Ayuntamientos verranno sempre piu' coinvolti nell'emissione delle LICENZE di Vivienda Vacacional

 Nelle prossime settimane indicheremo gli ulteriori avanzamenti delle normative sulla Vivienda Vacacional nelle Canarie

Dott. Riccardo Barbuti

0034 638791960

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Iniziamo a presentare i PROFESSIONISTI COLLABORATORI

Oggi abbiamo il piacere di presentare il nostro PARTNER IMMOBILIARE per la ripresa del progetto MoveToTenerife: Alexis Francisco Gestiones Inmobiliarias

Cookies: questo sito usa cookies, leggere di piu'

 

La scelta ricaduta su questo operatore canario, serio, affidabile e di poche parole e molti fatti e giustificata che Don Alexis Francisco assicura una conoscenza ventennale del mercato immobiliare locale, un dominio delle questioni burocratiche e UNA REPUTAZIONE importante tra i notai, gli Ayuntamientos e le banche locali.

Nei prossimi giorni saranno pubblicate offerte che potranno interessare piccoli, medie e grandi investitori interessati al vitalissimo mercato immobiliare di Tenerife Fonte www.laopinion.es:

"La directora de estudios de Fotocasa, Beatriz Toribio, ha señalado que el precio de la vivienda en venta sigue creciendo como consecuencia del interés que vuelve a despertar el mercado inmobiliario en un contexto de mejora económica y de consolidación de la financiación. No obstante, Toribio ha subrayado que los datos siguen mostrando "las diferentes velocidades a las que se mueve el sector, con Cataluña, Madrid y las islas protagonizando las mayores subidas". En concreto, en estas zonas, la vivienda se ha encarecido un 10% en tan solo un año, porcentaje que se eleva a más del 20% en algunos distritos de Madrid y Barcelona...  Canarias fue la Comunidad Autónoma en la que más subió el precio de la vivienda usada en enero, con un incremento del 1,8% con respecto al mes anterior, hasta 1.514 euros por metro cuadrado, según datos del portal Fotocasa. En total, 23 de los 29 municipios canarios analizados experimentan aumentos en el precio de la vivienda de segunda mano durante el mes de enero. El municipio con mayor incremento es Granadilla de Abona (4,2%) y le siguen Icod de los Vinos (3,9%) y Santa Lucía de Tirajana (3,6%).En cuanto a los precios, Mogán es el municipio canario más caro, con un precio medio de 2.718 euros por metro cuadrado, mientras que Icod de los Vinos es la localidad más económica, con un precio en el mes de enero de 986 euros."

Tra le ragioni del boom immobiliare canario oltre al record turistico di fine 2017 con 16.000.000 di turisti anche la grossa presenza di nuovi residenti:

Per maggiore informazioni chiamare il Dott. Riccardo Barbuti +34 638791960 o scrivere un correo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Inizio 2018: Mercati Maltempo & Elezioni politiche

Buon otto gennaio 2018 e buona ripresa a tutti, riprendo a scrivere su Alternativa Tenerife citando una parte della mia introduzione dell'ottimo Report preparato a fine 2018 dallo Staff di ProieionidiBorsa

Cookies: questo sito usa cookies, leggere di piu'

“Nel breve, ad inizio 2018, questo stato di cose potrebbe durare alcuni mesi ancora, ipercomprato chiama ipercomprato, i mercati sembrano assuefatti ad un rialzo perpetuo, specialmente sui mercati azionari importanti (Dow Jones e Dax in testa). Gli anni che finiscono sui massimi, tendono ad avere il primo trimestre positivo, la pressione degli acquirenti e' quindi ancora favorevole e potrebbe spingere il trend rialzista.”. I primi giorni del 2018 sui mercati finanziari sono stati molto positivi, questo mercato del 2018 mi ricorda molto quello del 2000…

A proposito del 2000, oggi mia figlia Manami Barbuti compie 18 anni,  voglio dedicargli questo articolo di ripresa; ho quindi ben scolpito nella memoria quell'inizio nuovo millennio di 18 anni orsono!

A proposito della formula  "ipercomprato chiama ipercomprato” si applica perfettamente alla Tenerife di inzio 2018, le case si vendono in pochi giorni, molti compratori sono ancora italiani (primo mercato acquirente negli ultimi tre anni), il clima e la sicurezza aiutano, come i ritorni economici. Il tutto esaurito di questa Navidad 2018 sta portando utili spettacolari ai proprietari, i 23 gradi di questi giorni hanno attirato turisti e pensionati da tutto il mondo. L'America che vede salire il mercato azionario, sperimenta anche temperature di -15 gradi sulla costa Est, tempeste di neve che hanno bloccato anche quasi tutta la Spagna ieri.

Tornandobrevemente ai mercati finanziari, tra le cause di una possibile correzione dei mercati in questo 2018 ho inserito, nel Report di ProiezionidiBorsa 2018, anche il fattore climatico; si passa dall'emergenza idrica alle nevicate e alle gelate record in pochi mesi,con costi importanti da parte degli Stati per far fronte alle continue emergenze, come imprese e cittadini che vedono i costi energetici in crescente crescita!

Concludo con la situazione politica in Catalogna ed in Spagna, altro tema seguito da vicino in questi tre mesi. Guardate l'ultimo sondaggio pubblicato sulla politica nazionale spagnola, Ciudadanos ha vinto le le elezioni del 21D, il PP e Podemos pagano il prezzo dell'immobilismo e di politiche non chiare, il PSOE non approfitta della situazione. Quindi la questione catalana ha cambiato moltissimo il quadro politico e economico catalano, nei prossimi giorni usciranno i dati turistici di Barcellona e vi terremo informati. Le problematiche della prima area turistica spagnola sono andate anche queste a vantaggio dell'Alternativa Tenerife, sole, basse tasse e sicurezza stanno portando “ ipercomprato che chiama ipercomprato “...

Invito a scaricare il Report di Proiezioni di Borsa per avere buone informazioni su questo 2018 che mi ricorda sempre piu' il 2000..

Buona ripresa a tutti

Dott. Riccardo Barbuti

L'attivita' riprende dopo mesi di rallentamento!

Dopo alcuni mesi di rallentamento l'attivita' del sito riprende come boutique immobiliar fiscale sempre molto enfocata sul mercato di Tenerife

Cookies: questo sito usa cookies, leggere di piu'

 

 Dopo alcuni mesi in cui mi sono dedicato all'avviamento del progetto di un Patronato alle Canarie, il primo aperto per supportare la sempre piu' numerosa comunita' italiana in LOCO, torno oggi a dedicarmi la progetto di MOVEtoTENERIFE iniziato con il mio trasferimento a Tenerife a fine 2014.

Dell'esperienza con il Patronato Acai-Enas rimangono molti ricordi ed esperienze riassunte in questo post: DECALOGO DEL PENSIONATO 

 

Nei prossimi articoli presenti sul sito, si tornera' a parlare di immobiliare, fiscalita' e normative locali, ottimizzazione fiscale italiana e incentivi fiscali a Tenerife.

In questa settimana riunione con la Giunta Ascav (Associazione che riunisce i proprietari canari di Viviendas Vacacionale). Doris Barrego e Javier Martínsono stati come sempre molto dettagliati sui numeri e mi avevano accennato a importanti cambiamenti sulla legge della Vivienda Vacazional (affitto turistico). Ieri mi hanno segnalato un post del www.eldia.es che indicava i probabili cambiamenti del decreto con nuove competenze in tema di erogazione dellelicenze alle VV ai comuni (Ayuntamientos) : “El nuevo decreto sobre el alquiler vacacional en Canarias dejará en manos de cabildos y ayuntamientos la potestad de regular, mediante sus instrumentos de ordenación, esta actividad en los territorios insulares y municipales. Esta atribución abarca la posibilidad de autorizar estas viviendas en zonas turísticas, de las que el decreto aún en vigor las excluye, lo que ha motivado varias sentencias desfavorables del Tribunal Superior de Justicia de Canarias (TSJC). “

Quindi sono in arrivo modifiche importanti che potrebbero agevolare e facilitare l'affitto turistico nel boom turistico/residenziale canario, questo portera' forse ulteriori capitali e interesse da parte degli investitori istituzionali e alimentare la crescita delle quotazioni immobiliari?

Riprendeteci a seguire con assiduita' le novita' saranno giornaliere

Dott. Riccardo Barbuti

0034 638791960

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Turismo spagnolo: +9% nel 2017 a dispetto del CATALEXIT

Tra pochi giorni si chiude un anno record per il turismo spagnolo e per le Canarie, mentre il Catalexit continua a far segnare una tendenza negativa negli arrivi

Cookies: questo sito usa cookies, leggere di piu'

Scrivendo questo post penso con rammarico alla decadenza turistica del BEL PAESE, in pochi decenni si e' assistito nell'area mediterranea (la piu' visitata nel mondo) ad un costante deflusso di turisti dall'Italia proprio verso la Spagna e la Francia.

Leggete questi splendidi numeri del turismo spagnolo: Fonte www.expansion.com: "España recibió en los once primeros meses del año 77,8 millones de turistas, un 9,1% más que en el mismo periodo del año pasado y lo que supone superar los 75,6 millones de viajeros que nos visitaron en todo el 2016, cuando se marcó un récord histórico. Sólo en noviembre, España recibió 4,4 millones de turistas internacionales, un 7,4% más que en el mismo mes de 2016, según la Estadística de Movimientos Turísticos en Fronteras (Frontur) que elabora el Instituto Nacional de Estadística (INE). La caída en la llegada de turistas en Cataluña (del 2,3%) en noviembre, un mes que siguió marcado por la inestabilidad política en esa comunidad, se sumó a la del 4,7% experimentada en octubre."

La Catalogna rimane la comunita' spagnola piu' visitata, subito dopo le Canarie che quest'anno battono il record storico di arrivi, superando i 16.000.000, con pu' di 13 milioni di turisti stranieri! Il CATALEXIT sta segnando lentamente una ridistribuzione sia di arrivi turistici sia di investimenti. La Comunidad di Valenzia in poche settimane ha visto decluplicare gli investimenti in imprese e progetti, soldi in fuga dalla vicina Catalogna. Nel Bnb della mia compagna proprio ieri abbiamo avuto un ospite catalano, Frances, con umore, quando gli ho chiesto notizie "sul proces" mi ha risposto "lascia perdere l'argomento, sono stufo, quando mi chiedono se sono catalano, gli rispondo, mi dispiace sono valenziano...".

Il sottoscritto, con l'appoggio dello staff di ProieionidiBorsa.it abbiamo seguito sin dall'inizio la questione catalana, prevedendo le possibili sgradevoli conseguenze del perdurare dell'instabilita' politica, sociale ed economica del CATALEXIT. Rammento che solo a Barcellona risiedono circa 50.000 italiani che perdurando l'incertezza potrebbero cercare altri lidi lavorativi proprio nella vicina Valenzia o nell'Arcipelago canario.

Anche il successo del turismo spagnolo e canario erano facilmente prevedibili e mi spinsero ad emigrare circa quattro anni orsono, il Mix positivo di stabilita': climatica, fiscale e di sicurezza hanno portato una crescita costante degli arrivi turistici con tassi di incremento del 10% all'anno. A proposito della sicurezza, Rajoy in questi giorni sta negoziando aumenti di stipensio sia alla Guardia Civil, sia alla Policia Nacional.

A proposito di previsioni, la Direzione di ProiezionidiBorsa mi ha chiesto di scrivere una breve introduzione del report sulle prospettive dei mercati nel 2018, vi anticipo brevemente che potremmo avere due anni di turbolenze prima del prossimo MEGATREND.

Vi saluto con un'immagine relativa al clima, le foto sui profili Fb in spiaggia di questi giorni di amici che si sono trasferiti alle Canarie stridono con i fiocchi di neve che ricoprono tutta Italia.

 

Come: la bassa inflazione, i QE e l'esplosione del web marketing hanno fatto volare il mercato americano negli ultimi nove anni, il clima, la sicurezza e le basse tasse hanno fatto costantemente incrementare il turismo spagnolo e tutta l'economia del Paese. Leonardo da Vinci diceva "la semplicita' e' la piu' alta forma di sofisticazione".

Prospero 2018 a tutti i lettori di ProieionidiBorsa e di Movetotenerife

Dott. Riccardo Barbuti

Politica di Privacy

 

In questa pagina sono descritte le modalità di gestione del sito www.movetotenerife.com ai sensi dell’art. 13 D.lgs. 196/2003, in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.
Il titolare del loro trattamento è Riccardo Barbuti, che ha sede in calle La Polka n.1, San Miguel de Abona, España.
I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede di Riccardo Barbuti e sono curati solo da personale tecnico incaricato del trattamento.

Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato a terzi soggetti e/o diffuso.

I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (cataloghi, newsletter, software dimostrativo, ecc.) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

TIPI DI DATI TRATTATI

– Dati di navigazione
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.
In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.
Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito o di altri utenti.

– Dati forniti volontariamente dall’utente
L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella comunicazione.
Specifiche informative di sintesi verranno progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta.

COOKIES

Il cookie è un piccolo file di testo (pochi byte) scambiato tra un sito internet ed il browser del visitatore e normalmente utilizzato dal gestore del sito per memorizzare le informazioni necessarie a migliorare la navigazione all’interno del sito stesso.

Nel sito  www.movetotenerife.com i cookies vengono associati alla macchina che effettua la navigazione e non identificano l’utente finale; tuttavia, alcuni cookies, memorizzati temporaneamente sino al termine della navigazione, possono essere associati all’utente, se risulta registrato. L’utilizzo dei cookies ha l’obiettivo di facilitare, personalizzare e velocizzare l’esperienza di navigazione sul sito www.movetotenerife.com (ad esempio mantenendo aggiornata la lingua del visitatore), di controllare l’accesso ai servizi e di ricavare statistiche anonime sugli accessi al sito. Disabilitando tali cookies, si perderà buona parte delle funzionalità di personalizzazione ed alcuni servizi potrebbero non essere utilizzabili.

COOKIES di terze parti
Alcune aziende forniscono inserzioni pubblicitarie e funzioni associate ai social network sul sito www.canariaslife.com. Tali aziende possono usare i cookies per accertarsi che non vengano visualizzate le stesse inserzioni troppo frequentemente o a scopo statistico per ricavarne i dati di traffico al fine di migliorarne i contenuti pubblicitari. Questi cookies vengono letti dalle aziende in modo anonimo, senza cioè procedere alla concreta identificazione dell’utente, e sono gestiti direttamente dalle aziende stesse, autonomi titolari del trattamento. Paolo Agostiniani non ha accesso ad essi, né può controllare il modo in cui vengono successivamente utilizzati.
Per personalizzare / negare l’uso dei Cookie terze parti (Opt-out) relativi alle inserzioni pubblicitarie: Google Adsense Interest based ads Opt-Out

FACOLTATIVITA’ DEL CONFERIMENTO DEI DATI

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta informazioni e registrazione ai servizi. Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto.

MODALITA’ DEL TRATTAMENTO

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.
Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003).
Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte a Responsabile Privacy c/o www.movetotenerife.com.

10.000 posti di lavoro richiesti en Canarias!

Il bel tempo atmosferico persiste nelle Canarie in questo inizio dicembre 2017, il resto della Spagna invece e' sotto neve e pioggia, benedetta dopo la siccita' di questi mesi.

Cookies: questo sito usa cookies, leggere di piu'

In queste settimane abbiamo parlato molto del CATALEXIT, delle conseguenze politiche e quelle economiche. Le elezioni del 21 D si avvicinano mentre sono usciti i dati turistici catalani di quel pazzo mese di ottobre: Fonte elMundo.es “Cataluña sufrió en octubre, mes en el que se celebró el referéndum ilegal y en el que la tensión política alcanzó unos niveles históricos, una caída en la visita de turistas extranjeros de casi un 5%. En concreto, y según los datos que el Instituto Nacional de Estadística (INE) ha publicado esta mañana, la comunidad catalana recibió 1,5 millones de visitas extranjeras, un 4,7% menos que en el mismo mes del pasado año. El dato contrasta con la del conjunto de España, ya que el país recibió 7,3 millones de turistas extranjeros, lo que supone un incremento de casi un 2% con respecto a octubre de 2016. “

Ritorno invece alle Canarie, dei record turisti del 2017, piu' di 16 milioni di turistici e ottimi dati economici e occupaionali “La ocupación hotelera y extrahotelera están por encima de los niveles del ejercicio anterior (82,10% frente al 81,17%); y además los hoteleros suben precios (+6,7%) y logran incrementar su rentabilidad (+7,94%). Asimismo la afiliación a la Seguridad Social en el sector turístico ha crecido el 7,2% interanual, lo que se traduce en 10.036 nuevos empleos netos respecto al pasado año.” Fonte Hosteltur.com.

Perche' parlo di occupazione in Canaria e a Tenerife, perche' nei mesi di dicembre/gennaio 2018 partira' un piano di assunzioni da parte del Servicio Canario de Empleo per 10.000 nuovi posti di lavoro che necessitano diverse Entita' pubbliche canarie. Veramente un periodod'oro per l'Arcipelago canario questi ultimi anni sono stati un crescendo continuo.

Ed i mercati finanziari? Anche li' il trend continua con forza, l'America continua a segnare nuovi record e i Bitcoin continuano ad apprezzarsi… Ma di queste cose e' meglio leggere altri articoli su questo splendido sito di ProieionidiBorsa, facendo sempre attenzione all'incertezza, come nel caso della Catalugna i mercati non amano l'incertezza e l'instabilita'.

Dott. Riccardo Barbuti

2018  Trasferirsi a Tenerife   globbersthemes joomla templates