Facebook Slider
background
logotype
image1 image2 image3

Pacientes desplazados, Iscritti Aire & Tagli alla sanita' spagnola

In questi giorni il tema sanitario e' sulle pagine dei giornali, alcuni politici voglio il ritorno della sanita' pubblica universale, il Governo centrale non finanzia il Fondo per compensare le spese dei pazienti delle varie Comunita' spagnole e molti "Pacientes desplazados" europei pensano di ottenere lo stesso trattamento in Spagna che nel loro Paese. Buona lettura

Nel numero di agosto 2015 di Vivitenerife e' presente un mio articolo su alcuni cambiamenti importanti che stanno subendo tutti i sistemi sanitari nazionali, l'articolo fa seguito a quello dell'anno scorso, recentemente i politici per vincere le elezioni promettono invece i Governi per rientrare nei patti di stabilita' tagliano, come hanno potuto verificare in prima persona i nostri pensionati iscritti all'Aire che si sono visti togliere la copertura sanitaria in Italia essendo diventati soggetti fiscalmente attivi in Spagna (vedere link e lettera ricevuta dalle Asl).

Guardate questo articolo trovato sul Pais questa settimana:

Quindi non e' stato rifinanziato il fondo che gestiva le compensazioni delle prestazioni sanitarie tra le varie Comunita' spagnole, immaginate quanto possa essere verosimile, che la Comunita' canaria possa tornare alla sanita' universale pubblica per molti.

Nelle Canarie infatti passato ogni anno circa 14 milioni di turisti che possono trasformarsi PACIENTES DESPLAZADOS, guardate al link il sito del Gobierno de Canarias che tratta dei pazienti provenienti dalla Unione Europea. Per loro e' fondamentale viaggiare con la CARTA SANITARIA EUROPEA in corso di validita' abbinata ad un passaporto, questo li copre dai costi delle URGENZE e gli permette presso i Centri de salud, di ricevere prescizioni mediche da dottori che si occupano de PACIENTES DESPLAZADOS, a Los Cristianos solo la mattina.

NESSUSA PRESTAZIONE PROGRAMMATA puo' essere richiesta con una tessera sanitaria NON SPAGNOLA (la sanita' spagnola pubblica la possiedono solo gli iscritti alla Seguridad social come autonomi o come dipendenti), quindi per lunghi periodi di permanenza (temporada invernale/ ricerca lavorativa/etc). Molta attenzione quindi per gli italiani in loco devono fare molta, molta attenzione o munirsi di un seguro medicos spagnolo privado.

Per tutto quello imparato anche in prima persona e grazie alla collaborazione di Vladimir Camacho Rosales, Coordinador de equipo DKV, tra i Coordinatori principali della sede di Santa Cruz ho il piacere di commercializzare i prodotti assicurativi della primaria compagnia di assicurazioni tedesca.

Saranno possibili coperture assicurative a "medida" con appuntamenti personalizzati sia presso lo studio Salarra sl sito al Camison,  contattando il 922794730, oppure presso gli uffici del Centro Medico DKV del Central Center contattando Riccardo Barbuti al 0034 638791960.

(nella foto Riccardo Barbuti scelto dalla Compagnia DKV e da Vladimir Camacho Rosales per la sua ventennale esperienza nel settore bancario ed assicurativo)

Nel Centro medico DKV di Las Americas, dove i nostri assicurati possono ricevere un servizio rapido in alcune delle specialita' mediche con strumentazione all'avanguardia. Gli assicurati DKV potranno usufruire delle loro coperture assicurative presso le atrestrutture convezinate dell'isola (Hospiten e Quiron) e presso i numerosi medici convenzionati.

Il Centro di Las America e' all'avanguardia in particolare per i trattamenti ODONTOIATRICI avendo anche la fortuna di avere un Chirurgo italiano che insegna anche presso l'Universita' di Milano, che sono coperti dal nostro seguro dental, DKV DENTISALUD che puo' assicurare, con pochi euro al mese, assistenza alle famiglie con figli piccoli gratis sino ai 14 anni.

Scrissi su Vivitenerife a gennaio 2015 un articolo a riguardo dal titolo  "La Sanita' a Tenerife tra pericoli ed opportunita'"  avendo vissuto in prima persona uno "spiacevole incidente" con una macchina senza assicurazione, la mia tessera sanitaria italiana e la copertura della Seguridad social spagnola, non riuscirono infatti a coprirmi dai danni di questo spiacevole accadimento.

Quindi tutti i connazionali che pensano di trasferirsi a Tenerife o nelle altre isole Canarie devono fare molta attenzione al tema sanitario, la NOSTRA TARGHETTA EUROPEA in corso di validita' presentata con il passaporto, riesce solo a coprire le urgenze, per il resto fare molta attenzione.

Dott. Riccardo Barbuti

2018  Trasferirsi a Tenerife   globbersthemes joomla templates