Facebook Slider
background
logotype
image1 image2 image3

Il terrore nell'essere presi di mira

Duro e sanguinoso attacco terrorista in una delle citta' piu' belle di Spagna dove vivono tantissimi italiani, la sicurezza torna in prima pagina

Ieri sera quasi a fine giornata, ho visto un messaggio su fb di Marco Acri, che segnalava le prime informazioni sull'attentato sulle Ramblas di Barcellona. Subito mi sono attivato a contattare un paio di amici, che da anni hanno scelto di vivere nella capitale catalana. E' possibile che anche tra le vittime di ieri avremo nostri connazionali, essendo a Barcellona come a Tenerife, la comunita' italiana, la comunita'straniera piu' numerosa.

Fonte millionaire.it La comunità di stranieri più grande a Barcellona (la 10ª città più visitata al mondo) è composta dagli italiani. 25mila nostri connazionali vivono e lavorano qui. Hanno tra i 25 e i 45 anni. Lavorano nel settore turistico, in quello della ristorazione e in ambito marketing-commerciale. Secondo una ricerca realizzata da Tiendeo, se ne sono andati dall’Italia per la mancanza di meritocrazia e perché in cerca di nuove opportunità. Il 75% di chi ha scelto Barcellona lo ha fatto per il clima, il 56% per lo stile di vita, il 31% per la vicinanza con l’Italia.”

Le immagini dell'attentato sono molto cruente, mi hanno rammentato il lungo mare di Nizza colpito due anni orsono, il titolo dell'articolo l'ho ricavato da una intervista di una turista italiana intervistata subito dopo l'attentato “Il terrore nell'essere presi di mira”

Sulla fortunata rubrica Alternativa Tenerife ho sempre segnalato il boom turistico spagnolo di questi anni, oltre 75 milioni di turisti l'anno scorso, e Barcellona in testa: “De esta forma, Cataluña se sitúa, un año más, a la cabeza de la recepción de turismo extranjero en España Y, en concreto, Cataluña fue la comunidad que más turistas extranjeros recibió: casi 18 millones,lo que supuso un incremento del 4% respecto a 2015 y casi una cuarta parte del total de personas que visitaron nuestro país.”Fonte elmundo.es

Immagino che i due attentati di ieri in Catalogna avranno di nuovo un impatto sulle scelte emotive dei turisti mondiali, ricordo che il Mediterraneo riceve circa il 40% del turismo mondiale, e negli ultimi anni la Spagna e Barcellona in testa avevano segnato numeri importanti sia a livello turistico, sia per attrattiva di nuovi residenti in cerca di qualita' della vita e di lavoro.

Negli articoli su Tenerife e sul fenomeno Canarie, ho sempre parlato dell'importanza della sicurezza che si respira sulle isole, l'integrazione tra le 140 nazionalita' sembra procedere bene, sia sul lavoro, come a scuola, come nello sport. Prima di partire un cliente italiano aveva affittato il suo appartamento a Karim, giovane marocchino, da anni lavoratore a Tenerife, ben integrato e che giusto in agosto si e' sposato in Marocco, volendo portare con se la sua consorte marocchina a vivere a Tenerife.

Tantissime cose potremmo parlare sulle politiche di integrazione, sui numeri di immigrati che ormai sono entrati in Europa, sul misto tra emarginazione e odio causato dai conflitti che le grandi potenze hanno scatenato recentemente in Africa come in Medio oriente. In questi giorni lavorativi romani, sono rimasto molto colpito dalla militarizzazione del Centro della citta', delle camionette che proteggono la circolazione davanti al Colosseo, la nostra vita e' sicuramente cambiata in questi anni ed anche le dinamiche economiche turistiche ne sono state modificate.

Dopo 8 anni di rialzo i mercati finanziari sembrano "essersi immunizzati" alle notizie dagli attentati, diverso e' il discorso invece per le scelte turistiche, centinaia di milioni di persone viaggiano ogni anno e la percezione della sicurezza e' molto importante nella scelta delle destinazioni, come e' accaduto quest'anno in Turchia, dove si e' registrato un sonoro -30% di arrivi.

Si assistera' quindi a Tenerife ad una nuova temporada invernale da record? Nuovi arrivi tra i turisti e tra i nuovi residenti? Gli appartamenti in affitto per uso turistico e residenziale diventeranno sempre piu' introvabili e cari?

Vi terremo informati su Alternativa Tenerife sulle prestigiose pagine di ProiezionidiBorsa.

Dott. Riccardo Barbuti

 www.vienierisiediallecanarie.com

2017  Trasferirsi a Tenerife   globbersthemes joomla templates