Facebook Slider
background
logotype
image1 image2 image3

Tecnologia italiana a Tenerife? Webcams & non solo!!!

Le eccellenze italiane sempre piu' presenti a Tenerife e alle Canarie, ecco la nuova innovazione proposta, una webcam in movimentoin diretta sulla Valle dell'Orotava!

L'anno scorso Paolo Agostiniani ed il sottoscritto lanciammo la prima webcam su una barca in movimento, il Royal Delfin che in un anno ha toccato il 1.500.000 di visite!

Paolo Agostiniani e lo staff di CanaryLive24 raddoppia con l'innovazione e le idee originali, in questo 2017, guardate questo prodigio che mostra la valle dell'Orotava con un movimento continuoe zoom mirati:

 (cliccando sulla foto potete arrivare alla webcam)

A questo link, trovate la nuova webcam come tutte le altre che mostrano a migliaia di persone le Canarie ogni giorno, i "guardoni" principali? Gli inglesi,gli spagnoli, i tedeschi e noi italiani, i principali mercati turistici dell'isola che continuano a battere i record ogni anno!!!

In queste ultime settimane MoveToTenerife ha messo sempre piu' il focus sulle agevolazioni che le startups possono avere sull'isola, a livello fiscale logistico e in tema di finanziamenti. (LINK ULTIMO ARTICOLO).

Sul prossimo numero di LEGGO TENERIFE di giugno parlero' proprio di tante possibili forme di finanziamento che il sistema spagnolo/canario offre ai giovani e alle imprese per prosperare nel mercato moderno, e visto il 2,8% della crescita spagnola, le possibilita' possono essere attrattive per eccellenze italiane in cerca di opportunita' e un ambiente lavorativo produttivo!

Per maggiori informazioni

Dott. Riccardo Barbuti

+34 638791960

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La sentenza del TSJC accellerera' il BOOM canario?

Ottime notizie dal Tribunal Superior de Justicia de Canarias (TSJC) che ha moficato alcuni articoli della legge sul Vacacional alle Canarie vediamo nel dettaglio cosa cambiera'!

L'Ascav, l'Associazione dei proprietari che ha da subito combattutolalegge sul Vacazionale in Canarias, sui Media e nei Tribunali, ha commentato in questi giorni la sentenza del Tribunal Superior de Justicia de Canarias (TSJC), un piccolo accenno di un articolo trovato in questi giorni, commentanto che la sentenza non poteva essere " piu' demolitrice" del Dectreto 113 del 22 maggio del 2015, sono stati modificati questi articoli:

 "Concretamente, los artículos anulados son el  3.2, 12.1 y 13.3 por subordinar la entrega de documentación para el inicio de la actividad a la inscripción en un registro, así como el subapartado tercero del apartado IV del anexo 2 del decreto, según el fallo de la sección segunda de la Sala de lo Contencioso Administrativo del TSJC."

La sentenza colpisce il limite territoriale del VV come indica  eldiario.es:""No tiene sentido alguno que la oferta de viviendas vacacionales se trate de excluir de aquellos ámbitos donde debe localizarse preferentemente la actividad turística", recoge el texto. Además, añade que "la única explicación plausible a esta cortapisa es que con ello se trata de favorecer la oferta de productos alojativos turísticos tradicionales" y por tanto se está vulnerando la libre competencia."

Tolta anche la limitazione per affittare solo abitazioni di una casa e non solo l'intero appartamento, una grande novita' per chi vuole mettere a disposizione una parte della sua casa per soddisfare una certa fascia di turismo e magari incrementare il proprio reddito, sempre dal eldiario.es "Otro de los artículos que ha impugnado la sentencia del TSJC es el del alquiler de habitaciones porque estima que no existen "razones para exigir a un cliente que solo desea contratar una habitación para alojarse que asuma el coste del arrendamiento de la totalidad de la vivienda". 

C'e' da comprendere bene i cambiamenti burocratici che apportera' questa sentenza del Tribunal Superior de Justicia de Canarias (TSJC) ed aspettare se le Autorita' canarie possano fare ricorso al Tribunale Supremo spagnolo. Vi terremo aggiornati su questi sviluppi nelle prossime settimane, la notizia portera' ancora piu' benzina sul fuoco del BOOM immobiliare in atto a Tenerife ed in tutte le Canarie?

Alla prossima

Dott. Riccardo Barbuti

www.movetotenerife.com

Campagna fiscale 2017 comincia l'11/03/2017!

Buon giorno a tutti, martedi' 11 marzo si comincia (dalle 16 alle 19)!!! Il Caf Ugl Tenerife iniziera' la campagnia fiscale 2017 per gli italiani residenti a Tenerife presso la sede storica di LEGGO TENERIFE, Edf Tajinaste, Avda Santiago Puig, las Americas, il palazzo sull'angolo dove c'è Mundo Llave; dalle 16-19 pm.

 
Sara' l'unica data in questa Semana Santa per non sovrapporsi importanti festivita' religiose, per la settimana successiva indicheremodate ed orari.
Ringraziamo la Direzione del giornale per l'ospitalita'.
Per informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiamare il 638791960.
Dott. Riccardo Barbuti.
 

Tecnologia & Navigatori

Dopo la Semana Santa torno a scrivere sui numeri e le opportunita' offerte agli italiani da Tenerife e dalle Canarie in generale.

Inizio facendo i complimenti a Fabrizio "Fabry AfriKanoteam" che e' riuscito a coronare il suo sogno di circunnavigare l'arcipelago  canario in solitaria, aveva tentato diverse volte l'impresa, alcuni incidenti aveva interrotto i precedenti tentativi. Fabrizio e' uno dei tanti italiani che lavorano nel mondo della nautica nelle Canarie, tantissimi in questi ultimi 18 mesi hanno strasferito dall'Italia, la propria imbarcazione e allieta specialmente nel periodo estivo le giornate dei turisti. Veramente tanti complimenti a questo "lupo di mare"!

Gli italiani un popolo di navigatori, di poeti e di ingegneri si legge sul palazzo delle esposizioni all'Eur, mi collego a questa frase per raccontare lo splendido evento di INtech svoltosi ieri sera alla piccola darsena a San Andres. In una  delle strutture che il nuovo progetto tecnologico di Tenerife, ieri ho respirato assieme a Mr Paolo Sangiovanni, l'atmosfera che ha fatto la fortuna di Londra nel settore delle Startups. tanti giovani, tante idee, tante possibilita' hanno seguito l'intervento introduttore della Direttrice Garcia Roman.  Presso lo spazio TF coworKIN si e' svolta una giornata gratuita organizzata dal  (Parque científico y tecnológico INtech Tenerife, adscrito al Área Tenerife 2030 del Cabildo de Tenerife, y la Escuela de Organización Industrial organizan la jornada ÉXIT. Un piacere ascoltare le esperienze di Jesús Alonso Gallo, fundador de Restaurantes.com (plataforma de reserva de restaurantes en toda España), e Patricia Robledo, fundadora de Quiquilo (plataforma de compraventa on line de ropa infantil de segunda mano).

Daro' sempre piu' spazio al lato tecnologico di Tenerife 2030, l'isola potra' attirare sempre piu' startups nei prossimi mesi, attratte dalle infrastrutture costruite con i fondi europei, dalle basse tasse e dall'ambiente che comunque si sta creando specialmente nel Nord dell'isola, lontano, ma non troppo dalle spiagge del Sud!

Concludo con i numeri degli italiani che hanno visitato le Canarie, notizia presa dal sito di Radio Axel 24,  "Nel 2016 le Canarie hanno accolto complessivamente 15 milioni di turisti, di cui 400 mila turisti italiani, che rappresentano il quarto mercato per le isole. Nella classifica delle destinazioni svetta Tenerife, con 170mila italiani, seguita da Fuerteventura con 100mila, Gran Canaria con 80mila, Lanzarote con 40mila e infine l’isola di La Palma con 1400." Axel 24 sta offrendo contenuti e canzoni al sempre piu' crescente numero di italiani turisti e residenti presenti a Tenerife. Anche lo staff dell'Associazione culturale "Vien e vive en Canarias" sta lavorando per dare sempre pi' informazioni e servizi alla comunita' italiana di Tenerife, rammento la comunita' straniera residente piu' ampia.

 

Alla prossima

Dott. Riccardo Barbuti

 

 

 

Catia & Flavio: dalle Dolomiti al Teide

In questi due anni assistere turisti e viaggiatori dei Bnb mi ha permesso di conoscere persone di tutto il mondo, oggi racconto il viaggio di Catia & Flavio giovani italiani alla scoperta di Tenerife

Racconto la loro storia partendo da un mio ricordo di giovinezza, quando da bambino passavo dalla loro cittadina, Feltre, nell'annuale settimana bianca verso San Martino di Castrozza. Ho bellissimi ricordi delle Dolomiti che mi portero' sempre nel cuore come confido Catia & Flavio porteranno in Italia molte emozioni da questa variegata isolain mezzo all'Atlantico. Lascio ora loro la parola:

"Salve a tutti, sono Catia, vengo da Feltre e per circa una settimana ho visitato Tenerife, godendomi sia il mare che la montagna. Io e Flavio abbiamo iniziato la nostra avventura salendo fino alla cima del Teide, vulcano che supera i 3700 metri, esperienza unica, vedere il cambio di paesaggio e vegetazione.

Il colore della terra che passa dal giallo a rosso per finire alle nere colate laviche. Il rifugio Buenavita non offre una grande accoglienza, nessun modo per potersi cibare, molto diverso dai nostri rifugi alpini. La vista e' comunque spettacolare.

 

Il giorno dopo abbiamo percorso il famoso barranco di Masca, altro spettacolo naturale da affrontare con abbigliamento e calzature adeguate, natura incontaminata, piante tropicali in mezzo ad uno scenario montagnoso e un piccolo viaggio in taxi per arrivarci che ricorda le Ande...

Dopo due sfacchinate il terzo giorno abbiamo visitato al Nord dell'isola il Botanic Garden di Puerto de la Cruz, pagando soli 3 euro abbiamo visto piante maestose, molto carino anche il centro della citta' con molti locali con musica all'aperto. Dopo un breve riposo "cittadino" abbiamo ripreso a salire, una delle giornate che ci e' rimasta piu' nel cuore e' stata la salita a Carmen de la Cruz salendo da Punta Hidalgo, sentiero molto panoramico nel parco naturale di Anaga. Ci sembrava di essere stati teletrasportati in Peru', tra una folta vegetazione, gole profonde e cosa piu' spettacolare vedere le rocce finire nell'Oceano.

Molto carina anche la capitale Santa Cruz, con i suoi parchi, l'Auditorium e Playa de Las Teresitas,sabbia bianca ed acque calme adatte anche alle famiglie con bambini. La spiaggia che forse ciha colpito di piu' e' stat Benijo, qui abbiamo visto la forza dell'Oceano imbattersi sugli scogli in mezzo al mare. Insomma...

Tenerife e' questo: "natura al 100%, ma anche buona cucina (ottima carne e spuisito pesce) servizi, sole e mare!"  :)".

Ringraziamo Catia e Flavio per la loro cortesia, disponibilita' e per le foto, come ospiti del BnB sono stati perfetti, pulti, puntuali, discreti, le Dolomiti oltre a evocarmi ricordi  splendidi creano ancora persone di qualita'!!!

 

 

 

Semana Santa & INtech a Tenerife!

Buon giovedi' Santo a tutti, riprendo a scrivere su Alternativa Tenerife dopo circa una setimana con un post tra il sacro ed il profano, tanti gli impegni e le novita' che presto verranno segnalate su queste pagine.

Inizio dai numeri della Semana Santa nelle Canarie, un rotondo 91% di occupazione hotelera, numeri ancora importanti, lieve flessione rispetto all'anno scorso, anche per l'aumento per il costo dei voli, che devono oggi essere prenotati con buon anticipo Fonte Eldia.es:

“Canarias liderará la ocupación en Semana Santa con un 91,2%, ligeramente por debajo del año pasado, según ha avanzado este jueves la secretaria de Estado de Turismo, Matilde Asián, en una rueda de prensa en la sede del Ministerio de Energía, Turismo y Agenda Digital, junto al director de Turespaña, Manuel Butler, en la que ha dicho que la ocupación hotelera en España alcanzará el 85,3%, lo que supone 4,7 puntos porcentuales más con respecto a la misma temporada de 2016. “

Le modalita' di prenotazione turistiche sistanno sempre piu' indirizzando sull'online, per venire a Tenerife quasi tutto si puo' prenotare via web:

Biglietti aerei, macchine in affitto, hotel o Bnb ed oggi sempre piu'escursioni, biglietti del teleferico del Teide, entrate per i piu' famosi barroncos a pagamento (sentieri per trecking) possono e devono essere prenotati via web.

Maggiore fruibilita', sicurezza, risparmio permettono ormai vacanze divertenti e low cost a Tenerife, guardate foto di Catia e Flavio sul Royal Dolfin e come anche in Italia (vedete questo link) per vedere l'incremento importante dei “clic turistici” anche nel BelPaese.

Le nuove applicazioni, la possibilita' di gestire molticontenuti a distanza, la possibilita' di “delocalizzare questi affari” in Paesi con clima attrattivo sia a livello climatico che fiscale sono una delle sfide della Tenerife 2030. La scorsa settimana ho incontrato  la cortese e preparata Coqui la Direttrice di INtech Tenerife, ho avuto il piacere di conoscere i piani di sviluppo di questa Agenzia tecnologica del Cabildo di Tenerife per i prossimi anni.

Grandi progetti per creare infrastrutture incubatrici di startups sia per la fine del 2017 a Las Cuevas Blancas, sia nel 2018 e 2019 in altri due altri siti specie vicino al nascituro Porto di Granadilla dove il focus sara' sulle energie alternative. Ho gia' dato delle prime informazioni sulla Tenerife2030 nel mio ultimo articolo su LEGGO TENERIFE di questo mese.

Veramente grandi progetti attivati con fondi locali e europei, per creare un'alternativa occupazionale al mercato turistico, attrarre aziende tecnologiche straniere magari in fuga dall'Inghilterra per il Brexit e sfruttare una posizione di ponte con le Americhe anche grazie a la connettivita' delle grandi infrastrutture sottomarine che fanno capo proprio a Tenerife prima di arrivare in Europa continentale.

Negli incontri con i rappresentanti di INtech Tenerife e di WebTenerife, io e Mr Paolo Sangiovanni, abbiamo notato una scarsa attentione al settore FINTECH da parte delle Autorita' canarie, venedo entrambi dal settore finanziario e scrivendo questo post su un sito di borsa e finanza, mi faceva piacere sottolienarlo.

Comunque buona Pasqua a tutti i lettori, ci sentiamo dopo la Semana Santa con tante novita' dalla vitalissima isola di Tenerife.

Dott. Riccardo Barbuti

¡Il 40% del lavoro UE si crea in Spagna!

Impiego ai massimi (in Spagna si crea il 40% del lavoro della UE), PIL ancora vicino al 3%, investimenti e politiche spagnole a livello centrale che a quello delle Comunidad sempre piu' incentrate sullo sviluppo tecnologico e alla creazione di servizi.

Il Brexit drenera' sicuramente affari, aziende e lavoratori dal settore tecnologico ottimamente sviluppato da David Cameron prima del fracasso del Brexit. Iniziamo dai dati, in marzo 2017 altri 161.000 iscritti alla Seguridad Social, l'occupazione continua a crearsi in Spagna, non solo camerieri e cuochi, aumentano i servizi e le costruzioni con la forte ripresa del mercato immobiliare: FONTE ECONOMISTA.es:

El número de parados registrados en las oficinas de los servicios públicos de empleo bajó en marzo en 48.559 desempleados respecto al mes anterior (-1,3%), su tercer mejor registro en un mes de marzo desde 2002, informó este martes el Ministerio de Empleo y Seguridad Social. La Seguridad Social registra su mejor marzo de la historia tras ganar 161.752 cotizantesEl volumen total de parados alcanzó a cierre del mes pasado la cifra de 3.702.317 desempleados y continúa en los niveles más bajos de los últimos siete años.”

Sul numero di LEGGO TENERIFE di aprile 2017 ho fatto una mini inchiesta sul possibile sviluppo tecnologico a Tenerife. Il futuro lavorativo sull'isola creato al di fuori dai ristoranti e dagli hotel. Tantissimi italiani stanno trasferendosi sull'isola, sarebbe il caso che iniziasse ad incrementarsi una ondata di giovani tecnici, creativi, che possano trovare nell'eterna primavera, nella sua fiscalita' e nelle strutture in costruzione, lo stesso ambiente creativo della Londra dei primi anni 2000.

Queste ed altre cose sono sintetizzate nel progetto INTECH Tenerife, riassunte in questo breve video. Finanziamenti, strutture dedicate, attenzione ai progetti, collegamenti con le Universita' e la Camera di Commercio, sono gia' in marcia, si deve venire con idee professionalita' e la conoscienza dello spagnolo. Tenerife ricordo e' in Spagna...

Quindi record turistici, 75 milioni nel 2016, ripresa del mercato immobiliarie e delle costruzioni, ora la Spagna vuole puntare anche sulla tecnologia e sui servizi, l'ambiente e' proficuo, bisogna venire pero' preparati, parlare spagnolo e ricordarsi che la Spagna NON e' l'Italia e viceversa...

Alla prossima

Dott. Riccardo Barbuti

 

2018  Trasferirsi a Tenerife   globbersthemes joomla templates