Facebook Slider
background
logotype
image1 image2 image3

Dopo il NIE oggi il Certificado de Registro de ciudadano UE

In ottobre pochi giorni dopo il mio sbarco a Tenerife feci una fila molto mattutina per avere il NIE, oggi dopo tre mesi fatto il passaggio successivo, orario migliore ma sempre tra le difficoltà

Questo post sta a ricordare che tutto quello che scrivo sul sito è frutto dell'esperienza diretta, anche oggi pur avendo raccolto informazioni prima (grazie a Luca ed ad Antonina), ho dovuto confrontarmi con la variabilità ed i continui cambiamenti nelle normative locali, dovuti al fatto di voler in parte frenare l'immigrazione e non togliere il lavoro ai canari.

(ecco il mio NIE ed il Certificado de Registro conseguito oggi)

Voglio ricordare i punti fondamentali del Certificato di oggi :

Modulo ex 18 da compilare, tassa da 10,50 modelo 790 codigo 012, copia passaporto, copia tessera sanitaria, certification de Empadronamiento, contratto di lavoro o saldo di un C/C locale con almeno 5150,00 NON SONO NECESSARIE LE FOTO se documento è in ottimo stato!

Prossimo passaggio mettere a posto la situazione sanitaria, vi terrò aggiornati!

 

Rammento poi come da nostro ebook (registratevi per scaricarlo) la documentazione per ottenere i diversi tipi di NIE:

"Il NIE è la questione che interessa maggiormente tutti coloro che voglio venire a vivere qui a Tenerife. Ormai si sono create delle vere e proprie leggende metropolitane a riguardo. In poche settimane, avremo sentito tre o quatto diverse versioni a riguardo.

Iniziamo dal principio: il NIE è un documento identificativo di uno straniero che vive in Spagna, infatti è l'acronimo di Numero de Identidad de Extranjero. È formato da sette numeri e da due lettere ed è diventato ormai fondamentale per compiere le cose principali per risiedere in Spagna, dall'apertura di un conto bancario, all'abbonamento dei mezzi pubblici fino ad arrivare al contratto di lavoro.

Va anche detto che questo documento risulta essere un semplice attestato di residenza ma non puó essere utilizzato come documento di riconoscimento come era in passato e questo comporta la necessità di presentare sempre oltre al NIE anche un documento di riconoscimento del proprio stato, carta d’identitá o passaporto.

Esistono tre tipologie del NIE. Quello bianco, è il temporaneo, ha validità per 3 mesi: quello verde, dura 5 anni, infine quello definitivo con il quale si è residenti ufficiali spagnoli.

Ognuno dei tre ha diverse procedure e diversi requisiti.

NIE BIANCO (temporaneo):

Quello temporaneo è il più semplice in assoluto e ha una procedura molto snella, ma richiede applicazione e puntualità per due giornate, o addirittura per un giorno a secondo del periodo in cui viene fatto. Dovete richiederlo alla stazione di polizia del luogo in cui abitate, o soggiornate momentaneamente, presentare due moduli che dovrete compilare. Il primo è il modulo 790, che una volta riempito, va portato in banca per pagare la tassa statale di 9,36 euro aumentata da poco.

Il secondo è il modello EX 15, che sarebbe la vera e propria richiesta allo stato spagnolo di poter risiedere in Spagna, in cui dovete spiegare le motivazioni per il quale Vi state trasferendo.

Questo documento permette di usufruire degli sconti e delle agevolazioni spettanti alle persone che vivono sull’isola, peró si tratta di un documento provvisorio che non è rinnovabile, ma convertibile in uno dei successivi.

NIE Verde o Certificado de Registro de ciudadano UE

Per ottenere il NIE verde, valido per 5 anni, o per convertire il precedente la procedura è piuttosto semplice, come per il primo si devono compilare e consegnare alla polizia nazionale due moduli, il sempre presente 790 pagando peró una tassa leggermente superiore intorno ai 10,50€ e un altro modulo EX15, presentando la documentazione necessaria che garantisce la capacitá di autosostentarsi in Spagna. Per far ció si deve presentare o un contratto di lavoro dipendente, documento rilasciato al momento di iniziare un lavoro regolare sull’ isola, oppure un saldo di un C/C locale di 5.150€ presso una banca spagnola, oppure un documento accreditativo che attesti di ricevere un' entrata periodica, da parte di un ente fuori dallo stato spagnolo, come ad esempio una pensione italiana.

Va detto anche che questo tipo di NIE è stato creato principalmente per gli stranieri provenienti da zone fuori dalla Comunitá europea, soprattutto dal Sud America e lo scopo è fondamentalmente quello di poter presentare loro il foglio di via dopo i 5 anni nel caso in cui perdano il lavoro, mentre per i residenti comunitari questo documento è solo l’anticamera di quello definitivo.

Dott. Riccardo Barbuti

 

 

 

Chiamaci  al telefono +34 638 791 960 ed un nostro esperto ti aiutera' a vendere di piu'

Scarica la Brochure informativa di questi servizi facendo clic sopra la seguente immagine:

 

   

 

Il NIE, altro piccolo estratto dell'ebook gratuito

Per consultare l'intero ebook gratuito di orientamento in Tenerife dovete prima registrarVi al sito

Foto: Fila mattutina

 

Il NIE è la questione che interessa maggiormente tutti coloro che voglio venire a vivere qui a Tenerife. Ormai si sono create delle vere e proprie leggende metropolitane a riguardo. In poche settimane, avremo sentito tre o quatto diverse versioni a riguardo.

Iniziamo dal principio: il NIE è un documento identificativo di uno straniero che vive in Spagna, infatti è l'acronimo di Numero de Identidad de Extranjero. È formato da sette numeri e da due lettere ed è diventato ormai fondamentale per compiere le cose principale per risiedere in Spagna, dall'apertura di un conto bancario, all'abbonamento dei mezzi pubblici fino ad arrivare al contratto di lavoro.

Va anche detto che questo documento risulta essere un semplice attestato di residenza ma non puó essere utilizzato come documento di riconoscimento come era anteriormente e questo comporta la necessità di presentare sempre oltre al NIE anceh un documento di riconoscimento del proprio stato, carta d’identitá o passaporto.

Esistono tre tipologie diverse del NIE. Quello bianco, quello temporaneo che ha validità per 3 mesi, quello verde che è quello che dura 5 anni per poi arrivare a quello definitivo con il quale si è residenti ufficiali spagnoli.

Ognuno dei tre ha diverse procedure e diversi requisiti.

 

 

 

 

NIE Bianco

Quello temporaneo è il più semplice in assoluto e ha procedura molto snella, ma richiede applicazione e puntualità per due giornate, o addirittura per un giorno a secondo del periodo in cui lo richiedete. Dovete richiederlo alla stazione di polizia del luogo in cui abitate, o soggiornate momentaneamente, presentare due moduli che dovrete compilare. Il primo è il modulo 790, che va compilato e portato in banca per pagare la tassa statale di 9,27 euro.

Il secondo invece è il modello EX 15, che sarebbe la vera e propria richiesta allo stato spagnolo di poter risiedere in Spagna in cui dovete spiegare le motivazioni per il quale vi state trasferendo.

Utilizzando questo documento giá si puó usufruire degli sconti e agevolazioni spettanti alle persone che vivono sull’isola, peró si tratta di un documento provvisorio e che non è rinnovabile ma convertibile in uno dei successivi.

NIE Verde

Per ottenere il NIE valido per 5 anni o per convertire il precedente la procedura è piuttosto semplice, come peri l primo si devono compilare e consegnare alla polizia nazionale due moduli, il sempre presente 790 pagando peró una tassa leggermente superiore intorno ai 16€ e un altro modulo EX15 oltre a presentare la documentazione necessaria che permetta accreditare la capacitá di autosostentarsi in Spagna. Per far ció si deve presentare o un contratto di lavoro dipendente, documento rilasciato al momento di iniziare un lavoro regolare sull’ isola, oppure un fondo bloccato di 5.000€ presso una banca spagnola, oppure un documento accreditativo di ricevere una entrata periodica da parte di un ente fuori dallo stato spagnolo come ad esempio una pensione italiana.

Va detto anche che questo tipo di NIE è stato creato principalmente per gli stranieri provenienti da zone fuori dalla Comunitá europea, sopratutto Sud America e lo scopo è fondamentalmente quello di poter presentare il foglio di via dopo i 5 anni nel caso perdano il lavoro, mentre per i residenti comunitari questo documento è solo l’anticamera di quello definitivo.

NIE Definitivo

 Per ottenere il NIE Definitivo la procedura è piuttosto semplice in quanto per i cittadini comunitari prima Della scadenza del NIE Verde devono presentarsi alla polizia nazionale chiedendo il rinnovo del NIE e dopo il pagamento Della tassa e la compilazione del onnipresente modello 790, si passa alla rinnovazione automatica del NIE convertendolo da Verde con scadenza a definitivo. Questo passaggio in realtá ha come unica conseguenza reale l’eventuale sblocco del deposito bancario effettuato.

 

NIE

eri piccolo passo avanti nella nuova vida in Tenerife, il conseguimento del NIE (temporaneo per tre mesi).
Avevo raccolto informazioni nel mio ultimo viaggio e su internet per facilitarne l'ottenimento e ieri mattina, operazione raggiunta in meno di due ore!
Nei giorni precedenti avevo ricevuto da un professionale agente immobiliare il modello 790 (9,27 euro, attualmente, da pagare in banca) ed il modello EX 15 da compilare. Ho chiesto al mitico Dido di aiutarmi nella corretta compilazione, per evitare errori e poi da lui ho anche ottenuto preziose informazioni su orari e luogo dove poter presentare i due fogli (assieme ad una fotocopia del passaporto/carta di identità).
Alle ore 07.15 am mi sono presentato al luogo indicato, e ho ricevuto il numero 11 della fila che spontaneamente si era già formata. Qui ho incontrato Alfonso, pizzettaro ligure residente a Tenerife da 8 anni. Alfonso aveva smarrito il suo permesso definitivo e doveva ottenerne un duplicato.
Il tempo di attesa in fila, l'ufficio apre alle 8,30, mi ha permesso come al solito di "intervistarlo", ho saputo che era stato da poco operato alla schiena in un ospedale di Santa Cruz, gli ho subito chiesto il livello della struttura sanitaria pubblica che l'aveva ospitato e lui me ne ha parlato molto bene!
Poi tra una sigaretta e l'altra, mio nipote Edoardo ha coniato lo slogan "Tenerife è l'unico posto al mondo dove fumare costa meno che mangiare", ho posto ad Alfonso le solite due domande. Sulla cosa che lui amava più dell'isola la risposta è stata "il clima ed il sole" che da ligure è un giudizio che pesa, sulla cosa che gradiva di meno, "i limiti per lui ristretti dell'isola" che lo spingevano periodicamente a visitare il continente.
Il fumatore ligure è stato meno fortunato del sottoscritto, per poter ottener il suo duplicato mancava  infatti la copia di un documento, ergo documentarsi sempre bene su internet e tra gli amici per evitare levatacce inutili negli uffici pubblici di Tenerife.
Ultima considerazione personale sulla fila di ieri che vedete in foto; mia moglie è giapponese, spesso l'ho accompagnata in un ufficio stranieri a Roma, trovando spesso cinesi, indiani ed africani. Ieri mattina in fila c'erano tedeschi, francesi, italiani, estoni. Cittadini del "primo mondo" in fila per potersi trasferire in questa splendida isola!
Seduta vicino a me, nella fila finale c'era una bella estone, molto sorpresa sugli orari e sulla lunga fila, abbiamo parlato in inglese, lei non parlava una parla di spagnolo (era stata un anno in Cina per il cinese però) ma con il NIE in tasca oggi iniziava a lavorare in una tienda in un centro commerciale di Las Americas!
Del lavoro a Tenerife, di calcio e di banche parlerò nei prossimi giorni...
 
Foto: Fila mattutina
2018  Trasferirsi a Tenerife   globbersthemes joomla templates