Facebook Slider
background
logotype
image1 image2 image3

Segnali Forex: Eur-Usd, un segnale short che confermi la rottura.

Segnali Forex: Eur-Usd, un segnale short che confermi la rottura.

Eur-Usd grafico di Price Action daily
Eur-Usd: come spiegato anche la scorsa settimana, il grafico daily evidenzia una situazione di breve periodo che non era chiarissima ma che l'attuale rafforzamento del dollaro potrebbe migliorare. Sul livello 1,3620 infatti stavo attendendo un segnale long ma (come prospettato dalla mia strategia alternativa) la forza del dollaro ha generato una rottura del supporto statico e dinamico 1,3570, spostando l'outlook da long a short. Di conseguenza cerchiamo di capire ora se tale rottura sarà confermata; e la presenza di un segnale di price action short sul livello appena violato rappresenterebbe in tal senso non solo una valida conferma, ma anche una interessante opportunità di trading short con primo target in area 1,34.

Calendario Forex
La nuova settimana inizia con alcuni dati macroeconomici giunti dall'oriente. Dalla Cina il prodotto interno lordo dell'ultimo trimestre è risultato in diminuzione (al 7,7%) ma non come gli analisti si attendevano; stabile la produzione industriale ed in leggera ripresa le vendite al dettaglio. Anche dal Giappone abbiamo ricevuto il dato sulla produzione industriale, leggermente al di sotto della rilevazione precedente. Fra poche ore giungerà anche dalla Nuova Zelanda il tasso di inflazione.
Chiuse oggi le borse americane per il Martin Luther King Day, i principali indici mondiali sono stati poco mossi e leggermente sotto la parità.
Il Forex ci mostra una giornata di correzione per il dollaro, debolezza anche per petrolio e metalli preziosi, forza per la sterlina.
Il calendario economico di domani ci presenterà solamente (fra i dati più importanti) l'indice tedesco ZEW sul sentiment economico in Germania.

Maurizio Orsini
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX
Segnali Forex: Eur-Usd, un segnale short che confermi la rottura.

Eur-Usd grafico di Price Action daily
Eur-Usd: come spiegato anche la scorsa settimana, il grafico daily evidenzia una situazione di breve periodo che non era chiarissima ma che l'attuale rafforzamento del dollaro potrebbe migliorare. Sul livello 1,3620 infatti stavo attendendo un segnale long ma (come prospettato dalla mia strategia alternativa) la forza del dollaro ha generato una rottura del supporto statico e dinamico 1,3570, spostando l'outlook da long a short. Di conseguenza cerchiamo di capire ora se tale rottura sarà confermata; e la presenza di un segnale di price action short sul livello appena violato rappresenterebbe in tal senso non solo una valida conferma, ma anche una interessante opportunità di trading short con primo target in area 1,34.

Calendario Forex
La nuova settimana inizia con alcuni dati macroeconomici giunti dall'oriente. Dalla Cina il prodotto interno lordo dell'ultimo trimestre è risultato in diminuzione (al 7,7%) ma non come gli analisti si attendevano; stabile la produzione industriale ed in leggera ripresa le vendite al dettaglio. Anche dal Giappone abbiamo ricevuto il dato sulla produzione industriale, leggermente al di sotto della rilevazione precedente. Fra poche ore giungerà anche dalla Nuova Zelanda il tasso di inflazione.
Chiuse oggi le borse americane per il Martin Luther King Day, i principali indici mondiali sono stati poco mossi e leggermente sotto la parità.
Il Forex ci mostra una giornata di correzione per il dollaro, debolezza anche per petrolio e metalli preziosi, forza per la sterlina.
Il calendario economico di domani ci presenterà solamente (fra i dati più importanti) l'indice tedesco ZEW sul sentiment economico in Germania.

Maurizio Orsini
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

 

2017  Trasferirsi a Tenerife   globbersthemes joomla templates