Facebook Slider
background
logotype
image1 image2 image3

Politici e politica: Spagna come l'Italia?

In questi due giorni per motivi differenti ho dovuto visitare diversi uffici pubblici spagnoli, in uno ho trovato e fotografato questo foglio stampato...

Mentre le notizie macro italiane continuano a peggiorare (PIL, vendite, consumi elettrici e di benzina) e la borsa a salire (superati i 20.000 punti per un momento ieri) ed i media sussidiati parlano di scissioni varie e di legge elettorale con il Caimano ancora in prima pagina, voglio raccontarvi una storia di ordinaria antipolica.

Guardate oggi che ho trovato in un pubblico ufficio spagnolo, l'antipolitica sta crescendo anche tra gli stessi pubblici ufficiali spagnoli:

Ieri ho comunque potuto vedere, toccare con mano la differenza tra i pubblici uffici italiani e quelli spagnoli, cortesia, velocità, informatizzazione e comunque vivere in Las Americas e dintorni rende tutto piùfacile per le mini distanze rispetto al traffico e alle distanze romane...

Di seguito trovate il numero di Atencion telefonica 901200345 per le informazioni riguardanti Hacienda, domani se tutto va bene vi scrivo i dettagli per acquistare un motorino con 144,00 euro di assicurazioni annua...

Uguale all'Italia e alla sua riforma elettorale negoziata da Renzi e da Berlusconi!

Focus sicurezza in Spagna e Tenerife: meno incidenti più multe!

Spesso noi di MoveToTenerife parliamo della sicurezza nelle strade, del ruolo delle forze dell'ordine e delle multe che possono fioccare

Sarà la crisi, meno soldi per girare e per uscire la sera, comunque i morti in Spagna per incidenti stradali toccano un minimo storico, un -12% rispetto all'anno precedente 

"El Gobierno de Mariano Rajoy logra dar de 2012 una buena noticia. Las víctimas mortales de tráfico descienden por noveno año consecutivo. El año pasado, 1.304 personas fallecieron en carretera, en 1.179 accidentes mortales, lo que supone una reducción de un 12%. También disminuyó el número de heridos. Un total de 6.161 personas sufrieron heridas graves, 783 menos que el año anterior." fonte El Pais

Voglio continuare a segnalare anche la presenza delle forze dell'ordine spagnole nelle strade e sulle spiagge a Tenerife, fate attenzione, oltre a vigilare sulla sicurezza le multe possono fioccare, se venite sorpresi a guidare sotto gli effetti della droga, ora la multa è stata portata a 1000 euro!

Se venite trovati a bere per la strada, potete essere sanzionati sino a 900 euro! Massima attenzione specie nelle vie de Las Veronicas!

Dei controlli amministrativi nelle zone turistiche, specie da parte della Polizia locale vi ho già detto, quindi massima attenzione, in questo momento di fine ciclo economico, con disoccupazione alta, frustrazione a livelli elevati, ogni errore o pazziata può costare molto molto cara, quasi uno stipendio...  

 

Trovando interessanti i nostri post Vi suggeriamo di mettere mi piace alla nostra pagina di Fb, dove potrete lasciare anche commenti e suggerimenti. Registrandosi al sito potete anche scaricare il nostro esclusivo ebook gratuito per conoscere meglio Tenerife in italiano ed in spagnolo!

Frustrastion! Motivi?

 

La generazione dei 3 niente

 

Controlli sempre più serrati a Tenerife!

I controlli della polizia si fanno sempre più continui  e pressanti nelle zone più turistiche di Las Americas, locali, attività lungo la spiaggia sempre più visitate! 

La notizia non mi sorprende, anzi in un mondo ideale sarebbe la normalità, i mie antenati romani, che gestivano un impero amavano dire "DURA LEX, SED LEX". Il mio messaggio invece è rivolto a quelli che in questa "guerra tra poveri" in atto, cercano di guadagnare qualcosa con le diverse attività legate al turismo.

In questa fase di fine ciclo economico, in Italia, come in Spagna, Paesi in evidente difficoltà finanziarie ed economiche, la pressione delle forze dell'ordine (pensate ad Equitalia in Italia) può trasformarsi in una pressione che invece che dare una bella e sana spremuta ai due Paesi, può schiacciarli ulteriormente.

Anche questo non mi sorprende,  infatti è uno degli schemi messi in atto dalle classi dirigenti in questo inesorabile processo di DISTRUZIONE COME VIA DELLA TRASFORMAZIONE... 

Intanto come vedete dalla foto, le migliaia di turisti anziani passeggiano senza problemi lungo il paseo di Las Americas!

 

Ripropongo un vecchio pezzo sulla sicurezza in Tenerife scritto poco dopo il mio arrivo a Tenerife.

"Ieri ho visto in tv le immagini di scontri al centro di Roma, un tale disagio economico, sta facendo emergere la violenza, la frustrazione e scarseggiando il lavoro la necessità di "svoltare" la giornata come si dice nella Capitale.

E qui nelle Canarie e a Tenerife in particolare come è la situazione?

Del buon andamento turistico 2013 ho già parlato, della tenuta del mercato immobiliare anche, delle lunghe file giornaliere che iniziano alle 7 di mattina per ottenere il NIE pure, allora tutto molto bene sotto il caldo sole di Tenerife?

Direi non proprio, leggevo in settimana che a Santa Cruz la polizia organizza ronde per difendere i croceristi che scendono dalle navi per lo shopping, ieri poi prendendomi un caffè ho sentito personalmente una pensionata italiana che aveva avuto "svaligiato" il suo balconcino. Ladri notturni gli avevano preso tutte le scarpe della famiglia messe a prendere aria e svuotato lo stendino.

Come vedete anche a Tenerife, dove ricordo le disoccupazione attuale è molto alta, 30% circa, il malessere sociale e la sicurezza iniziano a vacillare dopo sei anni dello scoppio della bolla immobiliare.

(No house, no money, no girls... NO PROBLEMS)

La presenza della polizia, specie nelle zone turistiche è però incombente, negli ultimi due giorni ho visto tantissime macchine e moto presidiare la zona di Las Americas, le luci delle sirene sono attivate appena cala il sole per mandare un messaggio di controllo sul territorio.

Per automobilisti e motociclisti  locali poi la forte presenza di mezzi ed uomini della polizia deve portare ad una massima attenzione del rispetto del codice stradale; strisce pedonali, stop e dare la precedenza, limite alcolemico sono fatti rispettare in maniera ferrea. I più disattenti possono incorrere in frequenti sanzioni che vanno a pesare sui bilanci familiari già debilitati dalla crisi.

Sempre parlando di temi legati alla sicurezza, la cosa che poi mi lascia più sconcertato è il numero di migranti clandestini che arrivano annualmente sull'isola dalla vicina Africa, i migliaia di arrivi a Lampedusa stridono rispetto alle poche unità che arrivano annualmente a Tenerife. Forse la politica migratoria italiana è veramente troppo permissiva oppure mi sfugge qualche cosa.

Menzione speciale poi agli inglesi, specialmente i giovani turisti che frequentano l'isola; infatti il basso costo della birra a Tenerife, la loro endemica rissosità, la frustrazione importata dalla situazione sociale in Inghilterra come nel resto d'Europa, può sfociare nelle zone dei pub in risse e violente discussioni, dove qualche coltello appare  magicamente ed i bicchieri possono volare facilmente.

I giovani e meno giovani alticci, non solo sudditi della Regina, sono poi facile preda di avvoltoi notturni, sempre pronti ad offrire qualche svago ulteriore a buon mercato prodotto sull'isola. In caso di mancato acquisto e di fronte ad un tasso etilico elevato, diversi malcapitati si sono risvegliati sulla spiaggia senza telefonino e portafoglio.

Quindi tutti noi, anche se la presenza delle forze dell'ordine nelle zone più turistiche è innegabile, dobbiamo fare maggiore attenzione di questi tempi di crisi per salvaguardare i nostri beni e la nostra persona. In Tenerife, la guerra tra poveri in atto tra lavoratori e tra le aziende aziende per contendersi il turista è all'ultimo sangue, le  reali possibilità di guadagnare onestamente scarseggiano e quindi molti cercano scorciatoie oppure si arrangiano come possono.

L'ha imparato bene anche un mio amico, che è dovuto tornare a casa a piedi spingendo la bicicletta, perchè davanti ad un locale gli avevano rubato il sellino...

 

Trovando interessanti i nostri post Vi suggeriamo di mettere mi piace alla nostra pagina di Fb, dove potrete lasciare anche commenti e suggerimenti. Registrandosi al sito potete anche scaricare il nostro esclusivo ebook gratuito per conoscere meglio Tenerife in italiano ed in spagnolo!

Politica

Negli ultimi tre giorni la Sardegna mi ha inviato segnali e conferme, prima Luca ed il suo amico che portavano in giro valanghe di curriculum, poi i quattro moschettieri vacanzieri ed infine i mosaici di ... che hanno macinato numeri interessanti nel web!

Personalmente ho dei bellissimi ricordi della Sardegna, specie di un luogo chiamato Tharros, dove ho passato splendide estati con la mia famiglia al suono di una musicassetta della "Febbre del sabato sera". Gustando luoghi e sapori ormai scomparsi in questo 2013 di fine ciclo economico secolare, dove la disoccupazione e la frustrazione impazzano e la massa fa veramente cassa specie nella splendida isla bonita di Tenerife (+30% nel 2013 del turismo legato ai viaggi aziendali ed alberghi stracolmi grazie ad all inclusive "baratissimi").
Ma torniamo alla Sardegna e alle conferme ottenute dal sottoscritto in questi tre giorni.
Sul paseo del Salytien, dove in questi giorni intavolo affari in almeno cinque lingue, grazie alla collaborazione di Martina (che cura i tedeschi) e di Vale (che ci supporta con gli "scostanti" russi), ho recentemente incontrato una coppia di Livorno.
Il mio babbo è pisano e  storicamente tra livornesi e pisani non è mai corso buon sangue...
Bene, la giovane coppia non ha voluto seguire i nostri suggerimenti, sprecando il poco tempo e le poche risorse a disposizione in un turismo fai da te, che li ha portati a prendere  finanche la pioggia sulle spiagge del Nord dell'isola mentre contemporaneamente io mi rosolavo provando il surf con Umberto sulla splendida spiaggia del Medano!
La cosa carina è che ogni sera venivano a lamentarsi da noi e a chiedere suggerimenti che poi non mettevano in pratica, per tornare a lamentarsi il giorno dopo!
Invece i quattro moschettieri di Alghero, appena partiti i livornesi hanno voluto aderire in toto al pacchetto escursioni creato ad hoc dalla coppia Riccardo&Martina. Per meno di 100 euro a testa hanno avuta coperta ed impegnata tutta la settimana (giro in barca, parco acquatico e tre giorni di macchina affittata con dritte sui posti da vedere e visitare e ristorantini locali inclusi).
(hanno favoleggiato di 17 pinte di birra bevute sul catamarano con open bar...)
Una vera consulenza vacanziera indipendente frutto della personale passione, della visita pratica dell'isola in questi mesi e di una capillare e giornaliera raccolta informazioni dalle persone che frequentano o vivono in Tenerife anche da 20 anni!
Ieri sera ho rincontrato i simpatici sardi sul paseo di Playa Las Vistas, entusiasti della loro vacanza e che stavano cercando di mettere a frutto le loro recenti conoscenze linguistiche (hola, guapa, donde vas...).
Spettacolo puro!
Ultima lezione sarda della settimana che voglio raccontarvi invece è merito di Edoardo, che ha conosciuto e voluto dare spazio sul nostro umile sito a dei giovani artisti sardi. Il pezzo che ha scritto per mettere in luce l'arte di Mugliosart ha avuto un micro/immenso successo europeo!
La famiglia di Samuele è stata contentissima di ascoltare e verificare la rispondenza dei suggerimenti del nipote, per utilizzare piccole grandi dritte per ampliare il proprio business artigianale sfruttando la rete e FB.
La tecnologia ed internet infatti hanno veramente cambiato il mondo rendendo piccolo e globale, guardate che messaggio ho ricevuto in seguito al post sugli splendidi mosaici della famiglia:
  • "No io ho scelto scelto Londra come vetrina per i miei mosaici......
    In italia ho fatto diverse mostre e quindi penso di far qua lo stesso.....spero...intanto mi mantengo facendo il nostro bel lavoro il cameriere......."
Sorrido infatti quando sento o leggo italiani che voglio aprire l'ennesimo bar, gelateria o punto di ristoro in luoghi con la forse la più alta concentrazione di bar e ristoranti penso al mondo!  E' tempo di usare nuovi schemi, nuove vie commerciali, per questo l'Italia si sta accartocciando ed il Nasdaq invece ha fatto massimi storici.
Grafico perNASDAQ Composite (^IXIC)
Il mondo è veramente cambiato da quando la mia famiglia mi portava a visitare la città fenicia di Tharros e questo, tantissime persone non l'hanno ancora capito, immaginate che ieri ho anche sentito il leader del Parrtito socialista spagnolo arringare la folla dicendo: "compagneros y compagneras è tempo di creare il lavoro in Spagna facendo impresa"!
Dopo gli ex nemici comunisti russi diventati i migliori clienti, sentire i socialisti spagnoli pronunciare questi concetti mi ha veramente confermato il motto che trovai scritto su un muro a Barcellona diversi anni fa: NADA DURA MAS QUE EL CAMBIO!
Anche il sottoscritto nel suo piccolo cerca di applicarlo, sono infatti passato, dal primo ufficio di promotore finanziario a Via Veneto in Roma ad una postazione sul paseo del Salytien con questa splendida vista.
2018  Trasferirsi a Tenerife   globbersthemes joomla templates