Facebook Slider
background
logotype
image1 image2 image3

Marco & Anna un workshop molto accurato...

Ho avuto il piacere di conoscere Marco ed Anna prima in internet e poi dal vivo, sono il prototipo delle persone che si stanno ben preparando a lasciare l'Italia, attenti alle spese, alle bellezze naturali ed anche alla cultura. 

Per chi avesse meno tempo e risorse di Marco ed Anna abbiamo abbiamo organizzato il 25-26 febbraio un workshop concentrato in Los Cristianos! Lascio ora la parola a Marco:

"Tenerife, dal 9 al 30 gennaio 2013, una visita molto accurata, ben preparata e  veramente propedeutica al trasferimento..."

Siamo partiti, Anna ed io, già molto motivati da tutte le informazioni raccolte su internet in questi ultimi mesi. Abbiamo trovato molti siti di italiani trasferiti che ne parlavano con entusiasmo, avevamo visto filmati di itinerari su you-tube, ci eravamo scaricati e stampato la guida di “Move to Tenerife”, ma la realtà è stata decisamente più piacevole.

Abbiamo trovato un’isola capace di sorprenderci per la sua bellezza e varietà, offre ambienti così diversi tra loro, in grado di accontentare ogni esigenza, oltre al clima fantastico che ti mette sempre di buon umore. Abbiamo alloggiato a Los Cristianos in un appartamento di due camere, inserito in un complesso residenziale con piscina, a poche centinaia di metri dal mare, ad un prezzo che considerata l’alta stagione, non ci è sembrato eccessivo, anche se abbiamo scoperto che conoscendo un po’ si può trovare anche a meno. Abbiamo affittato un’auto, una Renault Clio che non ci ha dato mai problemi. Con questa abbiamo girato l’isola in lungo ed in largo, facendo più di 1600 Km (benzina ad 1 Euro ed autostrada gratuita aiutano).

Siamo rimasti favorevolmente impressionati anche dalla gentilezza dei canari con cui abbiamo interagito, ce li avevano descritti come scorbutici e diffidenti, li abbiamo trovati gentili e disponibili. Oltre alla parte balneare di spiaggia e bagni nell’Oceano, abbiamo girato per informarci sulla possibilità di fare investimenti per organizzare il nostro futuro trasferimento sull’isola (vincolato ahimè dalla vendita della nostra casa in Italia), comunque da buoni ottimisti, fiduciosi nel futuro, abbiamo seguito i consigli del buon Riccardo, che ci ha messi in contatto con un agente immobiliare italiano che si è reso disponibile a darci delucidazioni e consigli su come funziona il mercato immobiliare locale, dove e come è meglio investire, regole e possibilità per mettere a frutto un piccolo capitale, che ci permetta di avere una piccola rendita per poter invecchiare tranquilli.

Il bilancio è stato positivo, abbiamo visto che se uno ha voglia di fare, ha idee e capacità, ci sono molte possibilità di sviluppare progetti interessanti, chi, senza né arte né parte, pensa invece di trovare il paese dei balocchi è destinato ad una sonora delusione, come un po’ dappertutto. Abbiamo conosciuto molti italiani di differenti fasce di età, con e senza famiglia, che hanno intrapreso attività commerciali e devo dire che li abbiamo trovati tutti abbastanza soddisfatti, nessuno pentito della scelta fatta, a differenza dell’Italia, dove con chiunque parli, senti solo lamentele.

Che altro dire, il cibo è buono e costa meno che in Italia, anche mangiar fuori è abbastanza accessibile, abbiamo trovato prezzi dai 10 ai 20 euro massimo, anche per un’ottima ed abbondante cena di pesce. Il rientro è stato triste, con le lacrime per aver lasciato la primavera ed aver ritrovato l’inverno freddo e piovoso di Firenze. Ma siamo ancora carichi di speranze, con le idee più chiare e sempre più decisi a fare questo passo."

 

Trovando interessanti i nostri post Vi suggeriamo di mettere mi piace alla nostra pagina di Fb, dove potrete lasciare anche commenti e suggerimenti. Registrandosi al sito potete anche scaricare il nostro esclusivo ebook gratuito (aggiornato recentemente con le ultime novità) per conoscere meglio Tenerife in italiano ed in spagnolo!

2018  Trasferirsi a Tenerife   globbersthemes joomla templates