Facebook Slider
background
logotype
image1 image2 image3

Luigi & Isotta una coppia volante!

Il titolo di questo post non è un romanzo medievale ma una storia moderna italica piena di sfaccettature che hanno fatto brillare una uggiosissima giornata a Tenerife

 

Ho conosciuto casualmente ieri Luigi & Isotta, in una di quelle giornate in cui succede di tutto e piove di tutto, stavo cercando di dare una mano ad un'amica applicando al meglio il customer service tanto caro ad Isotta e, senza saperlo mi si è aperto un mondo.

I due giovani pugliesi, trapiantati a Dublino, dove lavorano per la Ryanair, sono una fonte di sorprese continua.

Luigi, "un vero numero uno", ho scoperto è come me un patito di Tom Clancy e dei suoi libri di azione; solo che a dispetto del sottoscritto, lui i libri di Raimbow six li ha veramente messi in pratica in Africa con la nostra Marina militare.

Luigi è veramente un concentrato di adrenalina, meccanica ed un'immensa passione per il volo, ora come Capo cabina Ryanair, domani forse come futuro pilota.

Isotta invece è tutto l'opposto, grande preparazione culturale, vive nel suo iperuranio letterario, ma come Luigi, si alza prestissimo tutti i giorni per aiutare passeggeri provenienti da mezza Europa sui voli della compagnia irlandese.

Una coppia veramente ben assortita, quella bella gioventù italica che per trovare stabilità e lavoro deve emigrare, immaginate due pugliesi trapiantati in un Paese dove il sole fa capolino solo per brevi periodi e fa freddo d'estate...

Luigi e Isotta mi hanno raccontato i motivi del successo di questi anni di Ryanair (compagnia molto usata per volare a Tenerife anche per i suoi bassi costi) e di come l'aggressiva ed innovativa compagnia irlandese abbia messo in grandissima difficoltà dal 2001 le grandi e rinomate compagnie di bandiera europee.

Il resto del tempo abbiamo parlato di Tenerife, del suo clima e delle escursioni che hanno fatto e che avrebbero dovuto fare (il nubifragio di ieri ha messo in discussione il programma degli ultimi giorni).

Galeotta è stata poi Isotta, che dopo un paio d'anni di assenza mi ha portato in un negozio di golf, grande passione mia e del padre; ho ripreso in mano un putt dopo almeno 18 mesi ed ho imbucato due putt su tre da tre metri con grande sorpresa mia e di Luigi (risvegliando in me la scimmia golfistica).

Veramente eccezionale la "pareca" pugliese, un mix esplosivo di cultura, passione, adrenalina e voglia di fare e di imparare. Aveva proprio ragione Indro Montanelli, "Nessun futuro per l'Italia ma grande futuro per gli italiani"...  

 

Trovando interessanti i nostri post Vi suggeriamo di mettere mi piace alla nostra pagina di Fb, dove potrete lasciare anche commenti e suggerimenti.

Ripropongo Franc in "disoccupati in crociera"

Le crociere, spaccato attuale della società italiana (pubblicato il 5/5/2012 su M&M)

In un mondo dove la crisi sta modificando lo stile di vita delle persone, voglio trasferirvi qualche spunto di riflessione dalla crociera che ho concluso venerdì scorso a Civitavecchia.

Sorvolo sulla frenesia alimentare che si scatena ai pasti, agli anziani che rappresentano l'80% dei clienti (i pensionati sono gli unici che hanno ancora soldi da spendere in questo periodo), voglio invece focalizzarmi su due incontri che ho fatto inaspettatamente sui ponti della nave.

Ho avuto la possibilità di incontrare due disoccupati italici, una fresca fresca, Cinzia, licenziata in tronco il 23 marzo  scorso dopo 17 anni di lavoro nella stessa azienza e Franc, albanese in Italia dal 1994 ormai a spasso da 8 mesi dopo la chiusura della sua piccola fabbrica.

Due storie diverse ma che conducono alla stessa conclusione, il sistema Italia si sta fermando, al Nord (Asti per Franc) come al centro sud (Perugia per Cinzia).

Cinzia non mi ha nascosto che ha prenotato la crociera per riprenderi dalla delusione/depressione di essere stata licenziata, la cosa gli è stata comunicata a brucia pelo ad una pausa pranzo dal suo capo, l'ennesimo dipendente tagliato (prima di lei i 15 lasciati a casa) in una piccola società informatica...

Mi ha confermato che nella zona di Perugia oltre il terziario è in crisi la fiorente industria tessile locale e che una sua amica per pagare gli ultimi anni di contributi dopo il licenziamento si è messa a fare la donna delle pulizie in concorrenza con gli extracomunitari...

Franc, proprio un extracomunitario venuto giovanissimo in Italia, mi ha confermato che negli ultimi 18 anni non aveva mai avuto problemi a trovare lavoro in Italia e che oggi dopo 8 mesi di colloqui infruttuosi, finita l'indennità di disoccupazione sta seriamente pensando a cambiare di nuovo Paese...

Mi ha confessato che suoi connazionali ed amici italiani, stanno vendendo o affittando le loro case per andare a lavorare in Svezia o Norvegia (dove la crisi ancora non è ai livelli dei Piigs), oppure molti fanno i pendolari verso la Francia e la Svizzera dove qualche lavoretto ancora si trova.

Da ragazzo intelligente mi ha regalato un'ultima profonda riflessione:

"Una volta il desiderio di un giovane era di formare una famiglia e comprare una casa, oggi dobbiamo accontentarci di sognare un lavoro..."

Come dargli torto!

 

 P.s. tra qualche settimana me lo ritrovo in Las Americas?

 

Trovando interessanti i nostri post Vi suggeriamo di mettere mi piace alla nostra pagina di Fb, dove potrete lasciare anche commenti e suggerimenti.

Playa Las Vistas stracolma & facce di chi torna a casa

Ieri mattina complice una giornata nuvolosa ecco come si presentava Playa Las Vistas, che dite impressionate e non siamo neanche sotto Natale?

Il Sud di Tenerife offre un clima speciale anche a fine novembre, leggendo i commenti su FB dall'Italia e dal Centro Europa il freddo qui è quasi sconosciuto, sentivo i commenti delle persone a Las Americas che si lamentavano ieri per NON poter andare in spiaggia...

Qui come noto la stagione turistica quindi dura tutto l'anno e NON solo 5 mesi come nel Mediterraneo, sicuramente un turismo diverso, ma sole e bassi costi faranno fare il pienone in questo dicembre 2013, forse il Top turistico assoluto per Tenerife, NON male in un periodo di crisi come quello attuale dove solo Wall Street riesce ad inanellare nuovi massimi storici (ieri 16072 punti)!

Come già scritto siamo però "in una fase di fine ciclo economico, è in atto la coda finale del processo di DISTRUZIONE COME VIA DELLA TRASFORMAZIONE, che porta ad una lotta giornaliera tra poveri ed una politica folle dei prezzi a ribasso tra le aziende in Tenerife (ristorazione, escursioni, negozi in generale).

Quindi è facile incontrare frustrazione e disperazione nei bar e nelle strade, specie tra i più giovani e meno strutturati a livello economico, ed anche per gli imprenditori iniziare un businnes con questa lotta dei prezzi è veramente pericoloso."

Giornalmente incontro giovani di tutta Europa con il modello del NIE in mano, ascolto i racconti di chi è appena arrivato, di chi magari parla poco lo spagnolo e a mala pena l'inglese e però cerca comunque la maniera di poter mettersi al servizio di quella marea umana di turisti che affollano l'isola, pur spendendo e consumando il minimo.

Tuttavia la poca programmazione e preparazione, l'eccesso di offerta di lavoro (locale ed internazionale), le sirene ammaliatici de Las Veronicas e magari le paure e la fragilità caratteriale sono alla base di un veloce ritorno a casa da parte di molti italiani e giovani di tutta Europa.

Spesso Vi racconterò storie di successo, inteso come persone che hanno fatto accadere cose in Tenerife, oggi voglio mostrarVi la faccia di Loris (con il suo consenso), che tra pochi giorni torna in Piemonte, dopo una "bella vacanza" come mi ha detto lui, nella fredda ed inospitale Italia attuale, dove il 46% dei giovani della sua età non trova lavoro.

Gli ho domandato cosa farai tornato in Piemonte?

Lui mi ha risposto: "forse mi iscriverò ad un corso per grafica di video giochi, mi costerà 3.500 euro e poi vedrò, forse quella è la mia vera passione".

Ascoltando le parole di Loris mi sono venuti in mente tanti concetti imparati nei corsi di formazione sostenuti in Italia nell'ultimo decennio, per questo troverete su MoveToTenerife presto una sezione relativa alla crescita personale.

Una corretta formulazione di obiettivi, la gestione dello stato emotivo, le visualizzazioni potenzianti, sono strumenti imprescindibili nel mondo del lavoro attuale in Tenerife come nel resto del mondo.

Per questo abbiamo creato poi una sezione con i principali link per cercare lavoro localmente nel Web e durante il prossimo week end vi faremo un altro graditissimo regalo!

 

Trovando interessanti i nostri post Vi suggeriamo di mettere mi piace alla nostra pagina di Fb, dove potrete lasciare anche commenti e suggerimenti.

Marco un tipo veramente acrobatico in Tenerife

 Oggi lo staff di Move To Tenerife vi vuole raccontare la storia di Marco, ragazzo sardo di 29 anni che ha deciso di trasferirsi qui a Tenerife un anno fa.

Nasce come barista acrobatico, ma adesso la sua vocazione sono i quad. Infatti da ben tre mesi, Marco fa la guida, portando i turisti da Las Americas fino ai piedi del Teide in una splendida gita tra sterrato e strada che vi permette di ammirare l'isola in tutte le sue sfaccettature.

alt

Nonostante il bancone sia il suo habitat naturale, ormai sono tre mesi che Marco ha messo da parte questa sua passione, ma non abbandonandola, perchè ha deciso di regolarizzare le sue giornate vivendo in orari più "normali" che facendo il barman non gli era possibile.

Come ci raccontava durante il tour, proprio in questo periodo compie il primo anno da cittadino canario e dall'enfasi con cui ci raccontava i suoi motivi del trasferimento, possiamo dire che è molto contento della scelta che ha fatto. Amante dell'adrenalina e degli sport estremi in Tnerife ha trovato il suo paradiso. Surfista già dall'Italia e la sua continua ricerca di superare il limite, sportivamente parlando, ha permesso che la combinazione quad-surf lo rendano una delle persone più complete e orgogliose della loro vita a Tenerife che abbiamo mai incontrato.

Infatti abbiamo deciso di scrivere un articolo su di lui perchè è una delle poche persone che abbiamo incontrato qui che riesce a trasmettere calma e spensieratezza, che ci piacerebbe vedere in molti.

 

 

Ivan il futuro Buddy Valastro di Tenerife?

Inizia con Ivan la rubrica "storie di successo" dove la redazione di MoveToTenerife.com vuole raccontare storie interessanti e di successo incontrate sull'isola! 

Ivan mi ha confessato che ha lasciato con rammarico la sua Palermo (un Comune con 600 milioni di euro di debiti), avendo capito che non c'era speranza per lui e per i giovani in generale.

Trasferitosi a Tenerife, avendo la passione e studi per operare in cucina ha lavorato in alcuni ristoranti italiani, attualmente è cuoco presso il ristorante Rosso sul mare alla Caletta.

Essendo però un giovane ambizioso e volenteroso ha chiesto ai titolari dello squalo di usare il laboratorio per avviare, nel suo tempo libero, l'attività di "Fornitura per bar" di specialità siciliane ed italiane su ordinazione.

Ho ritratto Ivan all'opera a preparare delle arancine (singolare arancina, non sbagliate mi raccomando), delle ciambelle fritte, ravazzate con carne ed infine craffen con nutella.

Dolce e salato tutto fatto con amore e professionalità a mano e non in maniera industriale.

I bar di Las Americas e Los Cristianos che fossero interessati ai suoi prodotti, possono chiamare Ivan, per sapere i prezzi ed ordinare, al 6306652784 oppure scrivergli una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Per quanto riguarda i cannoli siciliani, Ivan mi ha confessato che aspetta di comprare la ricotta direttamente dall'Italia, avendo infatti fatto diversi tentativi falliti con quella acquistata in loco.

Ascoltandolo e guardandolo lavorare mi è veramente venuto in mente Buddy Valastro, anche lui di origine siciliane e diventato ricco e famoso a New York, la seconda città italiana più grande dopo Roma!

Ivan farà successo, ha spirito, idee, determinazione e quella scintilla negli occhi che solo  i CAV (condannati a vincere) posseggono!!

2018  Trasferirsi a Tenerife   globbersthemes joomla templates